fbpx

L’evoluzione dei social e le tendenze per il 2023

Sapevi che il 73% dei giovani tra i 18 e i 24 anni e il 55% dei giovani tra i 25 e i 49 anni si rivolge ai social media per intrattenimento?

Eppure i marchi che esitano a stare al passo con i tempi si stanno ancora chiedendo perché la strategia eccessivamente curata e delle “vendite prima di tutto” che nel 2016 funzionava così bene, non sia più all’altezza.

Negli ultimi anni abbiamo notato un importante cambiamento nella natura dei social media. Gli utenti desiderano ardentemente intrattenimento, empatia e connessione.

I contenuti eccessivamente rifiniti e filtrati risultano poveri di messaggio. Ecco perché app come TikTok (che alcuni hanno sostenuto sia più una piattaforma di intrattenimento che social) stanno esplodendo.

Ma come è successo e cosa significa questo per la tua strategia social?

Evoluzione dei social media

LE ORIGINI

Se sei un utente Instagram della vecchia guardia, probabilmente ricorderai i giorni in cui pubblicare su Instagram richiedeva uno sforzo minimo o nullo. Qualsiasi foto dal tuo rullino fotografico nel 2012 sarebbe stata abbastanza “bella” fintanto che un filtro Instagram nativo fosse stato applicato sopra di essa.

Avanti veloce di alcuni anni fino al 2018 e la cultura di Instagram ha amplificato l’intensità dello sforzo richiesto e i filtri applicati. Le foto di quest’epoca erano estremamente in posa, sfaccettate, filtrate e nel complesso totalmente non autentiche.⁠

DOVE SIAMO ADESSO

Benvenuti nell’era dei “foto dump” non filtrati. ⁠Sebbene destinato a sembrare autentico, c’è ancora qualcosa di calcolato e meticoloso nell’attuale “disinvoltura” di Instagram. ⁠

DOVE STIAMO ANDANDO

Sempre di più nell’era senza sforzi e senza filtri. Mentre entriamo in questo nuovo periodo “antiestetico” dei social media, i marchi dovranno rivalutare il modo in cui trasmettono genuinità e trasparenza al loro pubblico.⁠ L’empatia e l’autenticità saranno fondamentali.

Adattare le strategie di social media marketing

CONDURRE UN’ANALISI APPROFONDITA DEL PUBBLICO

Inizia riconoscendo chi è il tuo pubblico. Acquisisci informazioni demografiche e psicografiche come età, sesso, posizione, interessi, punti dolenti e altro ancora. Una volta compreso appieno l’avatar del tuo cliente ideale, fai appello alla sua persona creando contenuti che apportino valore alla community. La community è il luogo da cui fluiranno la fiducia e l’eventuale conversione.

SEGUIRE LA REGOLA DELL’80/20

Come regola generale, attenersi alla regola dell’80/20, che afferma:

  • L’80% dei tuoi contenuti dovrebbe essere utile e fornire valore al tuo pubblico (ad es. riconoscibile, divertente, educativo, tempestivo, ecc.)
  • Il 20% dei tuoi contenuti dovrebbe promuovere direttamente il tuo prodotto o servizio

Ti sei mai imbattuto in un post su Instagram o TikTok che ti ha fatto sentire così colpito da DOVERLO condividere con i tuoi follower o un amico? Qui sta il valore nella creazione di contenuti con quella mentalità incentrata sulla comunità. Non solo risuonerà con il tuo pubblico attuale (il che favorisce una relazione che li spingerà ulteriormente verso il basso nella tua canalizzazione di marketing), ma creerà anche maggiori opportunità per il tuo marchio di essere commercializzato ad altri anche attraverso le condivisioni.

L’INGREDIENTE SEGRETO È L’EMPATIA

In qualità di agenzia di social media marketing, siamo grati di avere accesso a un ampio pool di dati in cui possiamo identificare varie tendenze nello spazio digitale. Su tutta la linea con i clienti, abbiamo notato un tema comune: il contenuto empatico vince SEMPRE.

Si tratta di contenuti che parlano direttamente degli interessi o dei punti deboli del nostro pubblico di destinazione, che fanno sentire l’utente compreso e permettono di creare una connessione empatica profonda.

Ecco perché funziona: prima che un utente possa acquistare da te, deve prima sapere di te. Una volta che sanno di te, devono costruire una relazione e fidarsi di te. Una volta che si fidano di te, una vendita è all’orizzonte. Quindi, sebbene questo contenuto apparentemente “meno raffinato” (che comunque deve essere creato in base a specifici parametri e format) potrebbe non promuovere sempre esplicitamente il tuo prodotto, è più probabile che risuoni con gli utenti, generi consapevolezza del marchio e getti le basi necessarie per la conversione.

SALTA SUL CARRO DI TIKTOK (NEL MODO GIUSTO)

TikTok per qualsiasi brand è il posto dove essere nel 2023! Se deciderai di portare il tuo brand su TikTok, sii aperto a condividere più contenuti “senza marchio, meno raffinati” che sembrino nativi della piattaforma. Per dirla semplicemente: pensa come un marketer, ma agisci come un creativo.

Nel complesso, sebbene alcuni marchi possano essere riluttanti a stare al passo con i tempi, essere rigidi ed evitare di deviare da uno stile di marchio “super curato” può solo ostacolare la crescita della loro comunità digitale a lungo termine. Sebbene possa intimidire provare qualcosa di nuovo, ricorda che nessun aggiornamento strategico è permanente. Strategie social efficaci richiedono un’analisi continua dei dati e suggerimenti per l’ottimizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

close
type characters to search...
close